Ristorante nel Parco Nazionale D’Abruzzo cucina tipica tradizione abruzzese

La cucina abruzzese è un inno alla gola ed alla buona tavola. Espressione della tradizione e della cultura contadine e pastorale, quella abruzzese è una cucina spesso ispirata a materie prime povere, ma mai banale e sempre in grado di valorizzare i frutti della terra. La cucina abruzzese risente molto della varietà dei paesaggi e dell’essere espressione di un territorio che per lungo tempo è stata terra di confine e luogo di contatto tra i popoli.

Prodotti tipici legati alla tradizione e lavorati artigianalmente

La cucina locale vanta senz’altro un’antica e costante tradizione di genuinità; l’accurata preparazione di pietanze e la qualità dei prodotti che il pascolo e l’agricoltura offrono, fanno anche dei piatti più semplici qualcosa di speciale… Tra i piatti tipici, ricordiamo i “maccheroni “alla chitarra”, fatti con il singolare oggetto a corde metalliche che ricorda lo strumento musicale, la zuppa di orapi (spinaci selvatici) e fagioli, gli gnocchetti acqua farina e orapi, le carni alla brace”. I prodotti tipici legati alla tradizione pastorale e alla transumanza, quindi pecorino, ricotta di pecora il  caciocavallo di mucca, ma anche un raro formaggio caprino la Marzolina. Tutti i prodotti  vengono lavorati artigianalmente garantendo così un eccellente standard qualitativo. E ancora legumi, ortaggi, miele e marmellate di frutta che trovano nei terreni incontaminati del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise le condizioni adatte a garantire dei prodotti di grande qualità. Inoltre si possono trovare nella tradizione locale dolci a base di mandorle, torroni, e per concludere, squisiti liquori come la Ratafià ed il Centerbe. L’aspetto e l’atmosfera che si respirano in questi territori raccontano una storia antica, fatta di tradizioni forti, di arti e di mestieri che si tramandano da generazioni e che tratteggiano il carattere “solido” delle popolazioni locali, dedite all’agricoltura alla pastorizia e ad attività artigianali come la tessitura a mano, la ceramica, la lavorazione del ferro battuto, della pietra e del legno.

Richiedi ora il tuo preventivo personalizzato ed organizza la tua meravigliosa vacanza nel Parco Nazionale d’Abruzzo! 

 

Agnell’ cac’ e ove Rosolare in un tegame di terracotta l’agnello in olio e aglio, aggiungere il vino e far cuocere a fuoco lento per un ora circa. terminata la cottura e spento il fuoco aggiungere, girando pian piano, le uova sbattute con il pecorino, sale e pepe. Servire caldo | Ingredienti (4 pers) : cosciotto d’agnello tagliato a spezzatino, 2 uova intere , 2 tuorli , pecorino stagionato grattugiato , 4 spicchi d’aglio , 1 bicchiere di Trebbiano d’Abruzzo , succo di mezzo limone , 4 cucchiai di olio d’oliva , sale e pepe.

Gnocchetti con orapi e peperoncino (Maggiori Info: Sagra degli Orapi) Lessare in abbondate acqua salata gli orapi, ben puliti, lavati e tagliati a pezzi. A parte rosolare in una padella aglio e peperoncino in olio abbondante quindi unire gli orapi ben scolati. Dopo aver lessato gli gnocchetti, scolarli al dente e farli mantecare nella padella per qualche minuto. Spolverare con pecorino grattugiato e servire. | Ingredienti (4 pers) : Gnocchetti carrati , orapi (spinaci selvatici) , olio extravergine d’oliva , aglio , peperoncino , pecorino stagionato , sale.

Menu